PANSESSUALE: persona attratta sul piano affettivo e\o sessuale potenzialmente da chiunque a prescindere dal genere. Pone l’accento sulla persona e non sull’identità di genere\caratteristiche sessuali.

Vedi anche ORIENTAMENTO SESSUALE

 

PRIDE: la manifestazione e le iniziative che si svolgono ogni anno in occasione della Giornata mondiale dell'orgoglio LGBT+, nei giorni precedenti o successivi alla data del 28 giugno.

L'espressione inglese Gay pride (letteralmente: "orgoglio gay") richiama in italiano due concetti distinti: quello di "Fierezza gay" e quello di "Gay Pride Parade" , la marcia dell'orgoglio gay che mantiene in vita la memoria dei moti di Stonewall del 1969.
Attualmente si preferisce spesso usare solamente l'appellativo PRIDE, che comprende tutte le realtà arcobaleno.

Fierezza gay
L'orgoglio di essere quel che si è, da parte delle persone omosessuali. La resa del termine inglese pride ha creato in italiano numerosi equivoci attraverso la traduzione più usata, "orgoglio" (che in italiano è anche sinonimo di "superbia"), mentre la traduzione più corretta sarebbe semmai "fierezza", cioè il concetto opposto alla vergogna, vista come la condizione in cui sono state costrette a vivere, in passato, la maggior parte delle persone omosessuali. 
L'"orgoglio" si basa su tre assunti:
1) che le persone dovrebbero essere fiere di ciò che sono,
2) che la diversità sessuale è un dono e non una vergogna,
3) che l'orientamento sessuale e l'identità di genere sono innati o comunque non possono essere alterati intenzionalmente.

Gay Pride Parade, marcia dell'Orgoglio
L'uso più diffuso affermato in Italia, e all'estero, è quello come abbreviazione di "Pride Parade", cioè "Marcia" (o "Manifestazione") "dell'Orgoglio". In questo senso nel linguaggio colloquiale "Pride" indica normalmente la manifestazione e le iniziative che si svolgono ogni anno in occasione della "Giornata dell'Orgoglio LGBT", nei giorni precedenti o successivi alla data del 28 giugno, che commemora la rivolta di Stonewall di New York del 1969, data simbolica di inizio del movimento di liberazione omosessuale.