Importante gesto politico oggi del Consiglio metropolitano di Torino in materia di prevenzione e contrasto alla discriminazione e alla violenza per motivi legati al sesso, al genere, all'orientamento sessuale e all'identità di genere.
E' stato approvato il sostegno di Città metropolitana di Torino alla proposta di legge in esame al Parlamento per nuove misure di contrasto: un documento illustrato dal vicesindaco metropolitano
Marco Marocco per sottolineare il forte impegno del nostro Ente in questo campo. Inoltre su proposta della consigliera metropolitana Maria Grazia Grippo è stato inserito un emendamento per sollecitare con forza al legislatore nazionale il divieto alle "terapie riparative", pratiche tutt'altro che scientifiche per cambiare l'orientamento sessuale delle persone Lgbt.
Numerosi gli interventi in Aula a sostegno di questo emendamento. Con questo voto la Città metropolita di Torino ha segnato netta la sua posizione contro l'omotranslesbobifobia.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna